CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO
ORDINI INGEGNERI D'ITALIA
XXVII EDIZIONE - SIRACUSA 2018

chi siamo | contattilinks  

 




[home]

organizzazione
news
regolamento
modulistica
comunicati FIGC
squadre
campi
almanacco
hotel
campionato
calendario
risultati
classifiche
albo d'oro
nazionale
partite
presenze
marcatori
 

 

Il 14 Giugno parte il torneo
E' l'edizione dei derby
Tutti a caccia di Roma (c11) e Napoli (c7)

 

di Gaetano Trapanese

 

Gruppo Facebook: Campionato Nazionale di Calcio Ordini Ingegneri.

 

23 Maggio 2018 - Sarà una edizione ricca di derby quella che si apre a Siracusa il prossimo 14 Giugno. La dea bendata, infatti, ha voluto che l'antica Ortigia, città che ha dato i natali ad Archimede e ad Enzo Maiorca, facesse da palcoscenico a gironi in cui si intrecciano le sfide tra squadre della stessa regione, aggiungendo quel pizzico di sale in più che tali sfide riservano agli appassionati.

Sarà l'edizione della caccia alla Roma campione in carica - ed è la prima volta che i capitolini rivestono questo ruolo - e alle squadre che, per tradizione e palmares, sono indicate tra le favorite da Snai, Bet365 e simili: Napoli, Ancona, Bergamo, Bari, L'Aquila, Salerno, Cagliari.

Ma sarà anche l'edizione di alcune assenze eccellenti: Brescia non parteciperà, ed è la prima volta da Oristano 2005; anche Torino non parteciperà, e non accadeva da oltre 15 anni.

Tra le novità più importanti segnaliamo l'introduzione della differenza reti come secondo criterio di merito, dopo lo scontro diretto, e la definizione della classifica della prima fase - e quindi anche delle seconde che accederanno alla seconda fase - non considerando nei conteggi, nei gironi composti da 4 squadre, il risultato della partita che le prime 3 del girone hanno ottenuto contro la quarta classificata: questo consentirà di rendere omogenoe (sulla base di 2 gare giocate) il confronto con i gironi dove, invece, ci sono 3 sole squadre e dove, quindi, ogni squadra disputerà due sole gare.

Nel Girone A, Palermo, Cosenza e Siracusa daranno vita a una sorta di torneo della Magna Grecia, con i rosanero di Max Cascina e i siracusani di Max Visalli leggermente favoriti nei pronostici rispetto ai calabresi di Franco Genovese per via della qualificazione conquistata lo scorso anno a Perugia.

Nel Girone B, Cagliari e Perugia riproporranno la semifinale scudetto di Palermo 2016, mentre Oristano di Franco Contini cercherà di essere il terzo incomodo.

Nel Girone C massimo equilibrio tra L'Aquila, Catania e Arezzo. L'undici di Bruno Angelosante è quello leggermente favorito, ma il giocare quasi in casa per gli etnei e la voglia di tornare ai piani alti del torneo dei toscani non fanno dormire sonni tranquilli in Abruzzo.

Il Girone D vede la testa di serie Bergamo favorita rispetto a Catanzare, Reggio Calabria e BAT. Gli orobici di Angelo Ferrari non possono, però, certo prendere sottogamba entrambe le calabresi: il Catanzaro del portierone Pietro Folino, tifosissimo del Milan, e il Reggio Calabria faranno registrare il sold out in tribuna e chissà quanto la spinta del pubblico potrà bilanciare la migliore organizzazione tattica del Bergamo. Outsider con ambizioni qualificazione il BAT di Corrado Cafagna.

Nel Girone E è il Salerno di Mario Ricciardi la testa di serie; se la vedrà con il Trapani, il Latina e il Macerata di Alessandro Mecozzi. I campani sono favoriti per la qualificazione alla seconda fase.

Nel Girone F il Napoli di capitan Emiliano Angieri è chiamata a confrontarsi con l'Avellino di Antonio Aquino, con il Grosseto e con l'Ascoli Piceno di Alberto Paradisi e mister Weldon che soffiò proprio ai partenopei lo scudetto 2015 in una memorabile finale a Jesolo.

Nel Girone G la Roma di mister Nicola Dinnella inizia le difese del titllo contro il Potenza di Rocco Rivelli, il Taranto di Antonio Pisto e Franco PInto e il Lecce di Fabrizio Dell'Anna. Il derby pugliese, l'ennesimo degli ultimi anni, si preannuncia avvincente, mentre il Potenza, fresco di promizione in serie C, cercherà di veicolare l'energia positiva di questa promozione per portre a casa la qualficazione.

Nel Girone H il Bari di capitan Delio Cota dovrà sfidare il La Spezia, il Forli Cesena e il Caserta di capitan Mario De Maio. I soliti bene informati danno i falchetti rossoblu pronti a dare il tutto per tutto per centrare la prima qualificazione della loro storia.

Nel Girone I Ancona e Firenze hanno quote qualificazione più basse rispetto a Agrigento e Padova. L'undici di capitan Berluti, campione nel 2013 e vicecampione nel 2014, troverà nei viola di Alessandro Migliori e Mario Lanni la più autorevole candidata, sulla carta, a contendere il primo posto nel girone.

Su 9 gironi, passeranno tutte le prime e le 7 migliori seconde.

Nel calcio a 7, invece, sono tutti vogliosi di scucire dal petto lo scudetto al Napoli. Ci sono alcune new entry che si preannunciano molto agguerrita, come ad esempio L'Aquila, alla sua prima partecipazione.

Nel Grione A, il Cagliari di Beppe Garau e Max Pischedda se la vedrà col Perugia di Enrico Caini e Mari Lucarelli, e con Chieti e Reggio Calabria.

Nel Girone B il Potenza, campione due anni fa a Palermo, sfiderà il Catania, sempre ostico  e con una marcia in più stante la vicinanza, il Vibo Valentia e l'Enna, che rientra nel torneo dopo 11 anni di assenza.

Nel Girone C Napoli e Caserta, come di consueto, si sfideranno nel derby; il Bari e il Venezia sono le altre due formazioni che cercheranno di mettere i bastoni tra le ruote alla formazione campione in carica di mister Giuliano Esposito.

Nel Girone D la ROma cercherà di portarsi ai livelli dei più giovani colleghi del calcio a 11, mentre il Lecce di Gianfranco Sergi, galvanizzato dalla qualificazione champions conquistata dalla sua Inter, l'Ancona di Diego Franzoni e il Padova di Francesco Galtarossa cercheranno di darle filo da torcere.

Nel Girone E il Palermo di Rocco Ranieri e il Brescia di Sergio Ramorino partono favoriti contro l'Arezzo di goalkeeper Gianno Stolzuoli e la matricola Catanzaro.

Passano le 5 prime e le 3 migliori seconde.

 

Per tutte le news in anteprima iscriviti al Gruppo Facebook: Campionato Nazionale di Calcio Ordini Ingegneri.

 

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo del

La foto del giorno
 

 

 

" l'importante non è uscire dal campo con
il pugno alzato ma con la testa alta
 "

 

" perdere è triste; perdersi sarebbe un delitto "